FM Centro per l’Arte Contemporanea presenta:
Critica d’arte e femminismo, ieri e oggi

Mercoledì 22 maggio 2019, ore 18.00
Sala Carroponte FM Centro per l’Arte Contemporanea
Via Piranesi 10, Milano
Tavola rotonda con:
Silvia Bordini, Marica Croce, Francesca Pasini, Claudia Salaris, Paola Ugolini, Giorgio Verzotti, Francesco Vezzoli.
Introduce e modera: Raffaella Perna

La tavola rotonda propone una riflessione sui legami tra la critica d’arte italiana e le pratiche e le teorie sviluppate dai movimenti femministi negli anni Settanta, con l’obiettivo di mettere a fuoco la ricezione delle istanze femministe nell’ambito della critica dell’epoca e soprattutto i cambiamenti del paradigma critico-curatoriale prodotti nel lungo periodo. L’ingresso sulla scena artistica degli Settanta del “soggetto imprevisto” ha generato nuove forme di scrittura della storia dell’arte? All’attuale e crescente attenzione nei confronti delle artiste di quegli anni corrisponde una trasformazione dei canoni storico-critici e curatoriali? Quali strategie è possibile mettere in campo, oggi, nella critica d’arte per dare espressione alle differenze di genere e non solo? Intorno a questi interrogativi si sviluppa l’incontro, nel quale le relatrici e i relatori sono invitati a confrontarsi a partire dalle loro esperienze personali nei diversi campi della curatela, della didattica, del collezionismo.

LA MOSTRA
Il Soggetto Imprevisto. 1978 Arte e Femminismo in Italia, è la prima esaustiva indagine dedicata ai rapporti tra arti visive e movimento femminista in Italia. Curata da Marco Scotini e Raffaella Perna, la mostra ricostruisce in modo puntuale un panorama artistico rimasto spesso in ombra nella recente storia dell’arte e quasi assente nel mercato, individuando nel 1978 l’anno catalizzatore di tutte le energie in campo, con opere di oltre 100 artiste italiane e internazionali attive in quegli anni in Italia. Realizzata in collaborazione con MART Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto e Frittelli Arte Contemporanea, l’esposizione ha inaugurato in concomitanza con miart 2019. Media partner e catalogo: FLASH ART. La mostra è realizzata con il contributo di Dior.